Webinar di primo livello sull’imaging multispettrale per la diagnostica dei beni culturali dall’acquisizione all’interpretazione dei dati

Leggi il prossimo articolo:

"Superfici murarie e intonaci tradizionali dei centri storici: i rivestimenti in sabbia, in cocciopesto, in marmorino"

Leggi l'articolo precedente:

"Webinar sulla lettura interpretativa dell’imaging multispettrale per la diagnostica dei Beni Culturali"

imaging multispettrale

Webinar di primo livello sull’imaging multispettrale per la diagnostica dei beni culturali dall’acquisizione all’interpretazione dei dati

Webinar online curato da Paolo Triolo – Curriculum

Date e orari

Sabato 4 maggio 2024 dalle ore 9:00 alle 13:00 (4 ore totali in singola sessione online).

Modalità

Per la realizzazione pratica del set di acquisizione tecnica del docente si consiglia agli allievi di avere a disposizione le proprie macchine fotografiche e i cavalletti per applicare in senso pratico le indicazioni fornite durante il webinar.

Per iscrizioni compila il form disponibile a fondo pagina.

Costo d’iscrizione

Studenti e neolaureati 95 euro (inclusa iva)Standard (con partita iva) 135 euro (inclusa iva)

A tutti i partecipanti sarà rilasciato attestato di partecipazione e fattura.
I neolaureati devono avere conseguito il titolo entro un anno solare dall’inizio del corso per accedere al prezzo ridotto.
Il numero massimo di allievi per il webinar è limitato a 50 persone.

La frequenza al webinar garantisce:

  • Sconto 5% sulla tariffa dei corsi in presenza
  • Inserimento nei gruppi d’acquisto per forniture di materiali.

Argomento del corso

Il webinar di primo livello di 4 ore risponde alle necessità di Documentazione e di Diagnostica d’immagine per il Beni Culturali. È rivolto sia agli studenti di materie afferenti all’ambito dei Beni Culturali sia alle figure professionali del Restauratore, dello Storico dell’Arte e del Diagnosta per immagine.

Il webinar consiste in una completa panoramica alle tematiche ed è propedeutico ai workshop pratici in presenza di Primo livello e Avanzato. I corsi mirano al conseguimento di autonomia esecutiva da parte dell’allievo, mediante l’uso di strumentazione low-cost e di facile reperibilità commerciale.

Argomenti introdotti nel webinar:

  • fotografia tecnica multi- spettrale e computazionale per i Beni Culturali
  • basi per la realizzazione del set diagnostico
  • elementi fondamentali di colorcorrezione e calibrazione
  • interpretazione dei i risultati

L’interpretazione dei dati prevede il confronto tra le immagini realizzate durante il corso e il materiale di archivio; all’allievo sarà proposto un approccio critico nella lettura dei risultati, integrando aspetti di natura conservativa, di tecnica artistica e di analisi stilistica, coerentemente con la metodologia del docente che è Storico dell’arte e delle Tecniche artistiche, diagnosta per immagine e svolge attività di docenza universitaria.

Il webinar si articola nei seguenti blocchi didattici:

  • L’introduzione alle tecniche diagnostiche mediante slides commentate;
  • la preparazione del set per lo scatto fotografico in relazione alla tipologia di opera e di supporto con riprese ambientali dello studio;
  • la corretta postproduzione digitale e la catalogazione mediante i software di elaborazione e gestione di immagine più diffusi, attraverso la condivisione dello schermo;
  • l’interpretazione dei dati con lettura storico artistica e diagnostica;
  • question and answer e confronto diretto.

Le tecniche multispettrali di base su cui verterà il programma sono:

  • Fluorescenza Ultravioletta per lo studio di vernici, strati filmogeni e interventi di ritocco;
  • riflettografia infrarossa per lo studio dell’Underdrawing e dei pentimenti pittorici;
  • falsi colori per il riconoscimento non invasivo dei pigmenti;
  • VIL (visible induced IR luminescence) per il riconoscimento ra- pido del blu egizio;
  • VIVL (visible induced visible luminescence).

Saranno presentate inoltre le seguenti tecniche computazionali (non oggetto del webinar base)

  • Metodi e tecniche di ottimizzazione di immagine (estensione di- gitale della profondità di campo per il tutto a fuoco, ortocorrezione);
  • riprese panoramiche (alta definizione e immersive);
  • tecniche Avanzate di lettura digitale della morfologia superficiale RTI (reflectance trensfor- mation imaging) per il riconoscimento di pennellate, incisioni, pentimenti e disomogeneità tensionali.