Tensioattivi e chelanti

Tensioattivi e chelanti per il trattamento di opere policrome – Nuova edizione

 25,00

Autore

Paolo Cremonesi

Lingua

Italiano

Formato di stampa

Cartaceo

Numero pagine

240

ISBN

9788863365535

Collana

I talenti

Anno

2021

Sinossi

Tensioattivi e chelanti ampliano il dominio di azione dell’acqua, in trattamenti di sola pulitura superficiale o di rimozione di sostanze filmogene, estendendolo a categorie specifiche di materiali, e rendendone l’azione stessa più precisa. Con i tensioattivi l’acqua diviene capace di azione verso quei materiali che per loro natura sarebbero non affini ad essa: materiali idrofobi, come i lipidi.

Con i complessanti e chelanti l’acqua diviene capace di azione verso quei composti inorganici scarsamente solubili, e verso quei materiali caratterizzati da una componente ionizzabile o già ionica, già così all’origine o acquisita nei processi di invecchiamento.

I tensioattivi inoltre permettono la combinazione dell’ambiente acquoso con solventi con esso immiscibili, a costituire emulsioni. Grazie a questa copresenza di “principi antitetici”, la polarità della fase acquosa e la apolarità della fase solvente, si riescono ad esempio ad ottenere rimozioni di materiali filmogeni complessi come i leganti misti; rimozioni che non sarebbero conseguibili coll’utilizzo delle singole fasi, anche se usate in successione.

Scarica l’indice del volume

La recensione del libro

Al momento non sono disponibili recensioni.

L'autore

Paolo Cremonesi, chimico formatosi anche nel restauro dei dipinti, svolge la sua attività didattica, di ricerca e di consulenza, come libero professionista in vari paesi europei.